Due parole su Conte e la Sardegna

Ne abbiamo dette di parole sul governo al Circolo Copernico, e anche sulla Sardegna, e non solo!

Una nutrita schiera di Copernicani, e simpatizzanti, si è riunita ieri sera nella sede di Domukratica in Via Tempio per sentire il racconto di due testimoni d’eccellenza delle vicende politiche che hanno segnato questa strana estate italiana e che hanno portato alla nascita del Governo Conte bis, Romina Mura e Andrea Frailis.

Abbiamo tutti ascoltato il loro racconto di quei giorni e delle loro sensazioni, abbiamo apprezzato la chiarezza e la schiettezza delle loro risposte.

Le nostre domande sono state tante e, come sempre, quasi incontenibili: Governo giallo-rosso, non offre interessanti aspetti di innovazione, come ad esempio le opportunità che ci si offrono con i patti ora possibili con il M5S a livello locale? Non può ora presentarsi l’opportunità di trovare la giusta via di mezzo tra ciò che ha funzionato del Jobs Act e del Decreto dignità? Non avendo mai sperimentato un’esperienza di fusione giallo-rossa a livello locale, non è stato prematuro cimentarsi direttamente nel governo nazionale? Non è stata dimostrata in questo un po’ di debolezza da parte del PD? Sulle cose concrete da fare in Sardegna, come si conciliano le diverse posizioni del M5S rispetto ai temi ambientali, con particolare riferimento alla metanizzazione, ad esempio? Ha senso parlare di alta velocità nel sud d’Italia, come ha fatto Conte da poco, ma che ne è dell’elettrificazione della rete ferroviaria in Sardegna? E come si può conciliare la decisione di chiudere la RWM di Domusnovas con le difficoltà della riconversione e l’imminente perdita di centinaia di posti di lavoro? Scissione del PD, ma si fa davvero? Sarebbe questo il momento giusto? Su quali basi si deciderà? Come verrà spiegata e sarà capita? Non rischia di sembrare l’ennesima scissione fatta non su divergenze politiche concrete ma piuttosto su base personalistica? E’ possibile che con tutte le vicende che hanno scosso la vita politica della nostra Regione e della nostra città non ci sia stata l’occasione per discuterne all’interno delle assemblee di partito a tutti i livelli? Perché si continua a registrare un totale scollamento tra gli organismi di partito e i suoi rappresentanti negli organi consiliari ed esecutivi degli enti locali? Quando si farà il congresso del partito democratico in Sardegna?

Lo chiediamo il congresso, lo vogliamo il congresso.

Non avremmo voluto la scissione, avremmo voluto discuterne prima.

Vogliamo UN Partito Democratico. Vogliamo UN Partito Democratico che non tradisce la sua essenza di partito aperto, con primarie aperte e a vocazione maggioritaria.

Vogliamo UN Partito Democratico che si fondi sulla volontà dei suoi iscritti, dei suoi simpatizzanti, dei suoi elettori attraverso consultazioni su ogni decisione importante, come da Statuto.

NOI vogliamo bene al PD e non vogliamo scegliere tra chi deve entrare e chi deve uscire, noi crediamo nell’inclusione e nel dialogo.

Elsa Ranno

Pubblicato da

Circolo Copernico

Il circolo Copernico è un circolo tematico del Partito Democratico nato a Cagliari nell’autunno 2012, si occupa di affrontare tematiche legate a città-territorio, diritti e partecipazione in tutte le varie accezioni dei termini.

1 commento su “Due parole su Conte e la Sardegna”

  1. Sono d’accordo, in un momento come questo, in cui la compattezza può produrre idee concrete e spendibili, bisogna trovare il tempo di riunirsi per fare chiarezza. Anche da parte di chi come me è stato negli ultimi tempi piuttosto assente. ma che proprio per questo, adesso, vuole dare il suo costante e forte contributo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...