Perché lo stop alla Cirinnà favorisce Renzi sul referendum costituzionale

Ci sono forze politiche che fanno la guerra a Renzi sulla riforma Costituzionale. Soprattutto gli contestano di assecondare la tendenza già in atto a rafforzare l’esecutivo a scapito del legislativo.Tutto legittimo e nobile.
Peccato che sono quelle stesse forze politiche che difendono i tatticismi, gli sgambetti d’assemblea, lo svuotamento di significato del nobile istituto dell’emendamento, ormai diventato da strumento per proporre correttivi a mezzo per bloccare l’iter legislativo.
Io non credo che gli italiani vogliano un duce o un capo di governo con pieni poteri. Credo anzi siano affezionati alla democrazia. Ma penso che vogliano una democrazia decidente, un parlamento all’altezza della funzione, che si occupi di approvare leggi e di provare a migliorare la vita delle persone, con tempi consoni alle esigenze dei cittadini.

Questi signori in questi giorni hanno dimostrato che il Parlamento (e il Senato in particolare) non è il luogo delle scelte importanti. È il luogo del chiacchericcio, della tattica ottusa, dei continui rinvii, delle “gabole” regolamentari. Non ci può essere democrazia senza discussione ma io credo che si possa affermare anche che non c’è democrazia senza decisione. La discussione c’è stata, in parlamento e anche nel Paese, mai come questa volta. Era arrivato il momento delle scelte e ancora una volta i senatori sono stati in ritardo con gli appuntamenti della storia.

Credo che non ci potesse essere spot migliore per la riforma della Costituzione che velocizza e rende più agile il processo legislativo.

I 5 stelle e chi appoggia la loro scelta hanno vinto una battaglia di tattica. I novelli costituenti guadagnano terreno per la vittoria del referendum costituzionale. Renzi ringrazia.

Renzi al Gay Pride - questa foto è un fotomontaggio

Jacopo Fiori

Annunci

Pubblicato da

Circolo Copernico

Il circolo Copernico è un circolo tematico del Partito Democratico nato a Cagliari nell’autunno 2012, si occupa di affrontare tematiche legate a città-territorio, diritti e partecipazione in tutte le varie accezioni dei termini.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...